lunedì 23 aprile 2018

Stavolta il Vesuvio ha eruttato... ma su Torino

Il brillante Madetù d'inizio settimana mette in crisi il "proto" che quotidianamente sceglie le battute e compila la striscia... Inevitabile parlare della sfida scudetto tra Juve e Napoli, conclusasi come sapete (ma state in campana perché battute sull'argomento sono previste anche per i prossimi giorni). Memorabile la battuta sul Vesuvio, che conquista anche l'onore della vignetta d'apertura... A proposito di sfide infinite, come ogni giorni Di Maio e Salvini si contendono la palma delle migliori freddure del nostro disegnatore satirico in versione solo testa. E poi l'attualità, con l'amarissimo, ma riuscito calembour sul professore arrestato per maltrattamenti all'alunna disabile.
Leggete. Ma soprattutto riflettete.
* * *
VESUVIO
- Pullman del Napoli accolto a Torino coi soliti cori razzisti e con sputi...
- Niente di nuovo all'orizzonte... Tranne un Vesuvio che stavolta ha eruttato su Torino!
SARRI
- Era proprio necessario che Sarri usasse quel dito ai tifosi della Juventus?
- Certo, altrimenti un solo punto di distanza dalla Juve come lo indichi?!
L'UNIONE FA LA FARSA
Di Maio spinge per l'accordo con Salvini e ribadisce la parola d'ordine del M5S: "Reddito di Cittadinanza".
Anche Salvini spinge per l'accordo con Di Maio, e ribadisce la parola d'ordine della Lega: "Flat Tax".
L'unione fa la farsa.
NON CENTIMETRI, MA CHILOMETRI
Luigi Di Maio aveva detto in un comizio che se i molisani avessero eletto il primo Presidente di Regione del M5S, il Governo nazionale sarebbe stato a pochi centimetri dalla conquista.
Ma, dopo la sconfitta in Molise, aumentano i suoi errori. Dopo quelli in grammatica e in geografia, ora Di Maio sbaglia anche in matematica: non erano centimetri ma chilometri!
SALVINI RAGIONA
- Salvini, parlando in Friuli della soluzione alla crisi di Governo, ha detto: "Datemi tre giorni che cerco di ragionare"...
- Per quello che dovrà dire Salvini, la parola "ragionare" è un po' grossa.
INSEGNANTE DI SOSTEGNO
A Potenza arrestato un insegnante di sostegno perché picchiava una bimba disabile di 9 anni.
Un vero insegnante di sostegno: con la mano sinistra sosteneva la bambina e con la destra la menava.
GUARDIE E LADRI
La locale Polizia Municipale ha denunciato un foggiano per il furto di dieci transenne.
- Ma a cosa potevano mai servirgli?
- A separare i ladri dalle guardie!

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...