mercoledì 28 giugno 2017

Foggia, cesso dell'alta velocità Napoli-Bari

Agli altri le megastazioni, come quella di Afragola o di Bari. Agli altri, come a Benevento e ancora una volta a Bari, i treni comodi, che non ti costringono a levatacce. A noi? Neanche le briciole. Il Tavoliere si è trasformato in un cesso. I cantieri dell'alta velocità hanno fatto scempio del territorio, nell'indifferenza generale. Foggia è diventata il cesso della ferrovia ad alta velocità Napoli-Bari. Che bypassa il capoluogo, ma in compenso regala brutture che gridano vendetta. Come la trasformazione di quel gioiello di architettura rurale che è (o sarebbe meglio dire era...) Borgo Cervaro in una riserva indiana.
Proprio come successe nel Far West con l'arrivo della ferrovia, le nuove infrastrutture dell'alta velocità hanno praticamente assediato la borgata. confinando gli abitanti in una sorta di riserva. E non è tutto. La bretella di Incoronata che consente il bypass di Foggia ha come costo aggiuntivo il "congelamento" del ponte di via Bari, che non potrà mai essere raddoppiato, mentre qualche chilometro più avanti sono stati costruiti inutili, faraonici ponti e bloccate strade.
Una periferia compromessa, come viene puntualmente documentato nel filmato di Lettere Meridiane che potete vedere sotto.
Ma la cosa peggiore è che questo scempio ambientale e culturale si è consumato in silenzio, senza che nessuno alzasse un dito. Guardatelo, incazzatevi. E ricordatevene quando andrete a votare.

4 commenti :

Anonimo ha detto...

A Foggia siamo molto bravi a lamentarci. Siamo bravi anche quando facciamo la parte degli incompresi... Agli altri le stazioni più belle, i treni più comodi e a noi le levatacce. Rasentiamo il ridicolo!!! Quando eravamo tagliati fuori dall'alta velocità Bari aveva l'alta velocità e noi a piangere! ora, a lavori finiti, a Bari le ferrovie sono belle e colorate e a noi hanno chiuso alcuni tratturi. Ma pensate che nel resto d'Italia per fare l'alta velocità o altre infrastrutture non hanno chiuso tratturi o strade secondarie? Io odio la cementificazione anche quando è in nome del "progresso" però questo vale per tutta l'Italia non solo per la nostra provincialissima Foggia. Quando costruiranno quell'inutile aeroporto a Foggia voglio proprio sentire i vostri lamenti e i vostri pianti... dopo!!!!!

Anonimo ha detto...

10 minuti di guadagno dicono. Pensate a quanti miliardi sprecati per pochi minuti. L'avevo detto e lo ripeto, questo è un delitto concepito e messo in atto con grande menefreghismo da parte dei nostri pseudo rappresentanti politici. Il territorio è stato venduto all'acchiappatutto che si chiama Bari. Mi dispiace per alcuni amici, pochi amici, però questa è la verità. Ci resta il pericolo del trasporto su gomma e ve lo raccomando!

Achille Rosario Corso ha detto...

Volevo solo precisare che il raccordo ferroviario che collega la Foggia- Bari con la Foggia-Napoli e che sarà usato per l'alta capacità viene detto dell'Incoronata, ma nulla a che vedere con l'Incoronata, anche perche passa a circa due km. dalla stazione, siamo a Corso del Mezzogiorno all'altezza del Piccolo Giardino, dopo il ponte gira verso destra attorno ai silos e si collega alla tratta per Bari. Tutto ciò rende la cosa ancora più ridicola, quel raccordo non lo si può fare a 200-300 km/h, si rallenta e poi.......lasciamo stare. Le immagini del filmato lo dimostrano senza ombra di dubbio. Non voglio aggiungere altri commenti sulla situazione in generale, preferisco tacere!

Achille Rosario Corso ha detto...

Dimenticavo, tutto questo per far guadagnare ai grandi imprenditori e politici baresi quanto? Da 7 a 10 minuti, non oltre? Io mi chiedo è vera tutta questa storia? In una nazione normale non accadrebbe niente di tutto ciò. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...