venerdì 22 aprile 2016

Emiliano promette e mantiene: 3 milioni per salvare il Castello di Lucera

È stato di parola, il governatore Michele Emiliano. Appena qualche giorno fa, dal suo profilo Facebook aveva anticipato l’intenzione della Regione Puglia di intervenire per la messa in sicurezza del Castello di Lucera, minacciato dal grave dissesto idrogeologico della collina su cui sorge.
“La fortezza sveva è un patrimonio nazionale”, aveva detto  Emiliano promettendo un intervento sollecito.
“Mai nessuno è intervenuto per mettere in sicurezza questa testimonianza di Federico II - aveva aggiunto il Presidente della Giunta Regionale. È per estensione una delle più grandi d’Europa ed è stata edificata nel Xlll secolo. Quasi mille anni di storia che ci è stata tramandata. Penso che il nostro obbligo morale sia quello di tramandarlo alle future generazioni. La Regione Puglia sosterrà il Comune di Lucera in questa opera meritoria avviata dal Sindaco Antonio Tutolo, che saluto con affetto.”
La notizia è adesso ufficiale. La Regione Puglia ha stanziato 3 milioni di euro per il risanamento del dissesto idrogeologico e la messa in sicurezza del monumento che minacciava seriamente di crollare. Il finanziamento sarò erogato a valere sui fondi per la difesa del suolo.
Qualche mese fa, il sindaco Tutolo aveva scritto a mezzo mondo chiedendo interventi urgenti e lamentando l’esclusione di Lucera dal programma operativo culturale 2014-2020, cofinanziato da fondi Fesr. L’allarme del primo cittadino era e resta del tutto giustificata: le torri si sono staccate di una ventina di centimetri dalla fortezza ed il pericolo di crollo è diventato sempre più immanente.
Logico che la notizia dell’intervento regionale sia stata accolta con grande soddisfazione da Tutolo.
“Oggi è una giornata che mi ha dato una grande emozione - ha scritto il sindaco su Facebook. Una intensa sensazione di felicità dovuta alla ufficialità del finanziamento di tre milioni di euro del dissesto del versante Castello. Potremo finalmente scongiurare il pericolo di crollo di uno dei simboli della nostra città. Uno dei più importanti. Il lavoro paga sempre e Dio sa quanto lavoro abbiamo fatto per arrivare a questo risultato. E quanto ne facciamo quotidianamente.”
È così contento Tutolo, da lasciarsi andare ad una colorita ma efficace espressione dialettale: “Oggi è na iurnata bon... grazie Michele Emiliano.”
E speriamo che questa bella notizia preluda ad una virata di bordo nei rapporti tra la Regione Puglia e la Capitanata. Forse si è veramente voltato pagina.

1 commento :

Lucera ha detto...

Finalmente una bella notizia per il nostro Castello, la politica sembra essersi svegliata. Anche se... fino a quando non vedo non credo....

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...