domenica 7 febbraio 2016

Don Tonino Intiso: "San Filippo Neri, sogno che vi avvia a compimento"

Che si sia credenti o meno, l'apertura di una nuova Chiesa è sempre un momento di crescita per la comunità. In primis quella religiosa, più in generale la comunità tutta. L'inaugurazione e la dedicazione della Chiesa della Parrocchia San Filippo Neri rappresentano un momento importante per Foggia, per la Chiesa foggiana, per la periferia cittadina. Il tempio sorge nella zona della 167 di Rione Biccari. La chiesa è ampia, moderna e ricalca, nello stile architettonico, le particolari costruzioni rurali della zona. 
La parrocchia, retta attualmente da don Antonio Sacco, è stata fondata da don Tonino Intiso, che l'ha diretta per più dieci anni. Nelle intenzioni di don Tonino, che per anni ha operato in locali del tutto inadeguati (due box al pianterreno, in via Spera) i nuovi locali avrebbero dovuto ospitare la "Parrocchia-oratorio",  nello spirito di San Filippo Neri, che intendeva l'oratorio come una comunità di preti e di laici, impegnati nella testimonianza cristiana, attraverso la fede, la preghiera, ed opere di carità e di misericordia. 
Nel volantino che ha annunciato la settimana di preparazione all'apertura e alla dedicazione del nuovo tempio, è scomparso qualsiasi riferimento alla Parrocchia-Oratorio.
Don Tonino non ha partecipato alla cerimonia.
Il suo pensionamento più o meno forzoso suscitò, come si ricorderà, diverse polemiche, che si sono ripresentate alla vigilia dell'inaugurazione del tempio, per una serie di articoli comparsi sul quotidiano cittadino, l'Attacco.
"Ma non è questo il momento delle polemiche - mi dice senza peli sulla lingua don Tonino, che incontro nell'abitazione che divide da qualche mese con sua sorella e che scherzosamente definisce l'Eremo Casa Intiso - l'apertura della Chiesa è un momento di grazia e di gioia per tutta la comunità. Ho riflettuto seriamente sulla partecipazione alla cerimonia di apertura e di dedicazione, ed ho concluso che la mia presenza sarebbe stato un motivo di imbarazzo anche alla luce delle polemiche dei giorni scorsi."
Don Tonino Intiso ha affidato però l'espressione dei suoi sentimenti ad una lettera inviata alla Comunità Parrocchiale, che vale davvero la pena di leggere. Eccone il testo. 
* * *
All’adolescente
Comunità parrocchiale di
S. Filippo Neri - FOGGIA

Carissimi tutti, rev.mo parroco e comunità dei fedeli,
amati da Dio” e per Lui “anche da me”.
Dopo lunga riflessione, preghiera e meditazione, rispondo all’invito di partecipazione e condivisione all’ evento di Grazia della Dedicazione e “apertura” della Chiesa-Tempio della Parrocchia S. Filippo Neri.
Con la consapevolezza e il riconoscimento del “gesto di attenzione” nell’inviarmi l’invito, con la stessa consapevolezza, e motivazioni “non umane”, comunico e confermo la mia assenza fisica per domani 6 febbraio; assenza più significante e motivata di quella nel giorno del “passaggio 2013” !
Come “allora” mi rendo presente con lo “scritto”, riconfermando che ogni “passaggio” (= pasqua) comporta sempre un “morire” per “risorgere” ed “incarnarsi”...altrove!

La convinzione-motivazione e guida della mia vita (di “chiamato e mandato”) è la certezza che è Lui, il Signore, a condurre la Sua Storia e a portarla a compimento, a noi la gioia e la responsabilità di essere dei buoni “operai-seminatori”.
In ogni “cambiamento” ho cercato sempre il merito da parte Sua, “sparendo” perché fosse Lui a crescere, sforzandomi di “diffidare il mio IO”, avido di gloria e riconoscimenti !
( S. Filippo Neri diceva che il più terribile nemico di noi stessi è il nostro IO !)
La mia “assenza”, pertanto, vuol essere partecipazione “in-con-per” lo Spirito nel condividere il “dono del Signore”, per il quale godo e gioisco con voi e per voi.
Alle motivazioni “spirituali” della mia decisione di non essere presente di persona, aggiungo anche una motivazione “umana” di prudenza : evitare il rischio di essere, consapevolmente o inconsapevolmente, occasione di distrazione dall’attenzione a Colui “che solo ne ha diritto, nella lode e nel ringraziamento!
Offro al Signore la mia “assenza-presenza” come gioia nel vedere il “sogno della Parrocchia di S. Filippo Neri” (...sogno di Dio e non di don Tonino !) camminare verso il pieno compimento, e facendo un atto di fede, ringrazio tutti per l’ “ac-corato” invito di tutta la Comunità!
Il Signore ve ne renda merito.
Fraterni e sinceri AUGURI a tutti ed
in particolare a S. Ecc. l’ Arcivescovo per questo EVENTO
di GRAZIA per la nostra Chiesa Locale di Foggia-Bovino
Foggia, 4 febbraio 2016
...in Esodo, dall’Eremo “Casa Intiso “
Via Risorgimento, 5 — FOGGIA

p.s. >>>... dopo la “quotidiana rassegna-stampa”, mortificato, sento di dover chiedere scusa e perdono di trovarmi al centro di una di quelle “polemiche pretestuose”, che non piacciono né a Dio, né agli uomini !
Mi attendevo, invece, di leggere due “paginoni” di annuncio della bellezza e preziosità della “dedicazione del tempio a Dio”: evento di Chiesa “Corpo Mistico...” !
Puntando sull’essenziale, le polemiche...avrebbero fatto una brutta fine...!
Comunque, ...le umiliazioni sono in stretto rapporto con “la vera umiltà, senza la quale non c’è santità” (papa Francesco da S. Marta — 2 febbraio 2016).
Rinnovo le mie scuse e la richiesta di perdono
e chiedo di pregare per me.
Bene-volente, (alla S. Filippo !),
rinnovo AUGURI e SALUTI.
Foggia, 5 febbraio 2016. 

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...