giovedì 8 ottobre 2015

Alberona, Bovino e Peschici tra i "borghi imperdibili"

Certo, ci vuole una buona dose di immaginazione per definire Peschici “un borgo dell’entroterra”, ma l’iniziativa di Salento Trend è interessante, perché testimonia una nuova attenzione del resto della regione verso la Puglia interna, verso i suoi borghi, le bandiere arancioni, verso l'ineffabile suggestione della cultura e della tradizione.
E poi è sintomatico che giunga proprio dal Salento questo attestato di stima nei confronti della Capitanata: tre dei dieci “borghi imperdibili” individuati dall’agenzia leccese di promozione turistica e di marketing territoriale, si trovano in provincia di Foggia.
Sono, per la precisione, Peschici, Alberona  e Bovino. Gli altri sette, con le relative ubicazioni, sono Locorotondo e Alberobello (Bari), Cisternino (Brindisi), Specchia e Corigliano D’Otranto (Lecce), Manduria e Martina Franca (Taranto).
“Se da nord a sud della Regione sono le marine più gettonate a catalizzare la maggior parte dei turisti - scrive il team di Salento Trend -, oggi vogliamo percorrere un breve, ma intenso viaggio nell’entroterra, segnalando alcuni borghi, da noi accuratamente selezionati, che per bellezza lasciano letteralmente senza fiato. Barocco, pietra leccese e non solo, sono alcuni esempi di arte che ammirerete passeggiando per questi centri, magari assaporando un ottimo gelato artigianale, una bombetta, una puccia o una frisella, scorrendo indietro nel tempo con l’immaginazione, ricostruendo nella mente civiltà contadine ormai scomparse, ma che sono un vero e proprio tesoro della nostra cultura.”
Nell’invito a scoprire i borghi dell’entroterra pugliese c’è la proiezione di un’idea tutta salentina del turismo, e per quanto riguarda Peschici non si capisce bene se si tratta di una svista o di una forzatura, però la selezione di Salento Trend è da salutare con soddisfazione.
Ciccando qui potete leggere il post integrale.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...