venerdì 4 settembre 2015

Foggia, mare e spiagge caraibiche (e noi che non ce n'eravamo accorti)


di Maurizio De Tullio
Non saprei da dove cominciare, questa riflessione/segnalazione. Vorrei dire tutto il male possibile dei Social Network, ma non posso né voglio, visto che omologare tutto non è corretto. Vorrei dire di talune ‘aziende’ che, pur di accattivare o incentivare certi interessi, decisamente mal coltivati, non si rendono conto dei danni che possono causare su chi entra in contatto con loro (parlo degli ‘utilizzatori finali’ e non dei collaboratori, i quali volontariamente si assumono determinate responsabilità, anche di natura penale).
Vorrei dire della faciloneria, del pressapochismo, del culto della velocità, del ‘mare mostrum’ che è diventato il web, dove puoi cogliere quel che vuoi senza pagare dazio.
E vorrei dire che, però, un po’ mi sono divertito. Anzi, all’inizio avevo pensato si trattasse di uno scherzo. Ma era tutto tremendamente vero!
E vengo al fatto.
Da poco sono passato ad uno smartphone col quale leggo anche alcune news che riguardano Foggia e provincia. E così mi sono incuriosito ad un titolo: ‘Guida di Foggia’. Vi entro e scopro delle… perle clamorose che vi segnalo con gusto (ma il sorriso, credetemi, è veramente amaro), non prima di aver accennato al sito in questione.

L’azienda che ha pubblicato l’articolo ‘Guida di Foggia’ e dal quale traggo questa breve presentazione è una “…Community che ti permette di vivere le tue Passioni in modo entusiasmante ed innovativo, un mondo fatto di Interessi grazie ai quali potrai personalizzare al massimo la tua avventura ed essere aggiornato solo su ciò che ti piace di più.
Diventa anche tu il protagonista di questo mondo e condividi i tuoi scatti migliori, video strepitosi ed articoli particolarmente interessanti. Dai valore ai momenti più belli della tua vita e alle tue passioni, interagendo con tanti amici pronti a seguire i tuoi contenuti di qualità, sempre nuovi ed avvincenti”.
In pratica, il collaboratore interessato più sarà capace di inviare contenuti coinvolgenti e, quindi, cliccati dalla Rete e più potrà essere ripagato, attraverso premi aziendali.
Per la verità, l’Azienda che ha lanciato l’idea, precisa nel suo Regolamento che dei contributi inviati (articoli, foto, video ecc.) è responsabile il solo collaboratore e, sinceramente, in questo momento non vorrei stare al suo posto, considerate le amenità e gli strafalcioni in libera uscita, oltre alle foto che mi sembrano, al solito, rubacchiate qua e là dal web.

Vi segnalo solo i passaggi “critici”, segnalati in rosso e in grassetto, che danno un’idea decisamente… alternativa di Foggia ma evidentemente non vera. Per il resto l’articolo è ben fatto nei riferimenti storici, geografici e nelle informazioni utili.

E attenti alla foto che vi allego, tratta dalle tante che corredano l’articolo: è inserita nella ‘Guida di Foggia’ ma l’autore del servizio – rimasto purtroppo anonimo – deve averla prelevata dalla pagina di un architetto foggiano, usata probabilmente per proporre un rifacimento della nostra bella Villa Comunale, e risalente al 2006-2007.

Buona lettura e… buon divertimento.

 Guida di Foggia

Foggia è una bellissima città ricca di storia e tradizione, con un mare stupendo e un paesaggio unico. Se deciderete di trascorrere una vacanza in questa bella meta turistica, troverete spiagge caraibiche, arte, cultura e divertimento!

Foggia è una città di confine, sorge a ridosso del Molise e della Campania e il suo territorio è uno dei più belli e suggestivi d’Italia. (…)
(…) Tra i borghi più famosi e belli che potrete visitare all’interno del Tavoliere vi ricordiamo San Severo, Margherita di Savoia, Lucera, Cerignola e, ovviamente, Foggia.
Se dobbiamo proprio citare una località in particolare, vi consigliamo una visita all’oasi LIPU presente nei pressi dell’imbocco di Foce Acquarotta presso la riva della laguna. (…)

Cosa vedere a Foggia

Qui occorre fare una precisazione. Una manina pietosa ha corretto ciò che per un’intera giornata era rimasto alla mercé dei lettori, e cioè questo incipit al ‘Cosa vedere a Foggia’: “Una volta arrivati in città verrete accolti dalla Fortezza, fatta costruire da Federico II e che domina, dall’alto, l’intera città.”
La manina ha poi corretto precisando che si trattava di Lucera, anche se a mio modesto avviso l’unico castello federiciano che in Capitanata domina dall’alto l’intera città è quello di Monte Sant’Angelo e non quello di Lucera…
L’articolo prosegue poi con altre segnalazioni, precise e interessanti. Potrei, infine, correggere il riferimento al nostro Museo Civico che nel pezzo viene citato come ‘Museo Etnografico e Pinacoteca’.
Per chi, comunque, desideri leggersi l’intero articolo (privo del passaggio sulla… Fortezza di Federico II che domina dall’alto Foggia!), questo il link: http://news.fidelityhouse.eu/viaggi/guida-di-foggia-62251.html
Cordialmente 
(Maurizio De Tullio)

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...