mercoledì 22 aprile 2015

Una foggiana candidata al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione

Quest’anno le elezioni del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione assumono un particolare significato, perché coincidono con la riforma della scuola avviata dal Governo Renzi, e c'è dunque più che mai bisogno di un organismo consultivo, che possa dialogare e confrontarsi con il Ministero, in un momento così delicato di cambiamento e di transizione.
In lizza c’è anche una foggiana: Loredana Olivieri, insegnante della scuola primaria e segretaria provinciale della Flc Cgil.
Olivieri è candidata per la scuola primaria (e possono dunque votarla le insegnanti e gli insegnanti di tale ordine di scuola, in tutta Italia) con la lista “Cgil Valore Scuola” ed è una candidatura significativa e importante, che riconosce il lavoro svolto in questi dalla Flc Cgil pugliese e provinciale, per difendere la scuola pubblica e per tutelare la dignità e la qualità professionale dei docenti e di tutti gli operatori scolastici. Si vota il 28 aprile prossimo.
"In questi anni - scrive Loredana nel gruppo Facebook che si è costituito a sostegno della sua candidatura - la Scuola Primaria, fiore all'occhiello del nostro sistema d’istruzione è stata  pesantemente mortificata. Alla centralità dell'alunno e della didattica, si è preferita la centralità dei tagli che ha visto sparire le compresenze, i tempi distesi dell'apprendimento per tutti e soprattutto per gli alunni diversabili che oltre a ritrovarsi in classi pollaio hanno visto ridursi le ore di sostegno. L'eliminazione delle compresenze e del modulo ha penalizzato anche la valorizzazione delle eccellenze. Insomma un "si salvi chi può” che non ha certamente migliorato la qualità della scuola pubblica, ma l’ha resa più ingiusta. Da qui comincerò il mio impegno se sarò eletta al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, per ridare alla Scuola Primaria gli strumenti e la centralità persi in questi anni.”
Alla guida della Flc di Capitanata, Loredana Olivieri ha profuso anche un notevole impegno culturale a servizio del territorio: è stata la promotrice del monumento che ricorda Luigi Pinto (nella foto a sinistra), il docente foggiano rimasto ucciso nella strage di Brescia, inaugurato durante una memorabile giornata di commemorazione e di memoria, alla quale ho dedicato una lettera meridiana che potete leggere qui.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...