lunedì 20 aprile 2015

Giamburrasca? Abitava a Foggia

Commentando l'articolo su Carlo Collodi e il suo tour foggiano, in occasione della pubblicazione del terzo tomo de Il Viaggio per l'Italia di Giannettino, Maurizio De Tullio mi delizia con una "chicca" che volentieri giro agli amici e ai lettori di Lettere Meridiane.
Se Carlo Collodi passò per Foggia, un altro popolarissimo autore di libri per ragazzi, Luigi "Vamba" Bertelli (nella foto), creatore di Giamburrasca, addirittura vi soggiornò in quanto vi lavorava come ferroviere, e probabilmente proprio a Foggia cominciò a pensare al personaggio che lo avrebbe reso celebre in tutto il mondo.
Ecco quanto mi scrive Maurizio che ringrazio per la "chicca" e per le espressioni di stima nei confronti miei e dell'impareggiabile Gaetano Matrella.
Complimenti, Geppe, per il tuo sforzo nel recuperare pezzi di memoria storica relativi alla Capitanata di tanti anni fa!
E complimenti a quel grande maestro di giornalismo che fu Gaetano Matrella e a quel bellissimo giornale che fu il "Nuovo Risveglio", che io, 17enne quando uscì, comprai per tanti numeri prima di avviarmi all'attività radiofonica.
Ma, sul solco di questa tua bella ri-scoperta, voglio offrire a te e ai lettori di LM un altro piccolo contributo, per far emergere ulteriori pezzi di memoria storica ignota o ignorata.
Credo che nessuno sappia che un altro grande autore di letteratura per ragazzi, il fiorentino Luigi Bertelli, universalmente noto con lo pseudonimo di Vamba e ancor più noto per essere il "papà" di Giamburrasca, lavorò diversi anni a Foggia come impiegato nella Ferrovia Adriatica.
Ma Vamba/Bertelli non era del tutto ignoto prima di esplodere nel 1907 col "Giornalino di Giamburrasca", perché inviava regolarmente da Foggia al popolare giornale "Capitan Fracassa", testi e vignette, pubblicate su quello e su altri giornali del tempo.
È solo un anticipo che ti faccio di una breve ricerca, ma molto più ampia, dalla quale emergeranno i nomi di altri grandi autori che transitarono a Foggia e in Capitanata, e che la descrissero con l'occhio attento e critico del viaggiatore e del recensore.

Cordialmente
Maurizio De Tullio

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...