mercoledì 23 luglio 2014

Lo sparuto presidio per la pace | Reduci o protagonisti del futuro?

Ho partecipato qualche giorno fa al presidio organizzato dai sindacati e da diverse associazioni cittadine per la pace. Un bel momento per ritrovare amici e compagni e per capire che - per fortuna - esistono ancora valori fondanti che ti permettono di ritrovarti, al di sopra delle tessere di partito.
Non eravamo tantissimi, ma c’eravamo. E bisognerebbe forse ripartire da qui, da valori forti e condivisi come la pace per cercare di ritessere la tela di un pensiero forte che non c’è più. E sulla cui persistente urgenza e necessità dovrebbero interrogarsi la chiesa, la sinistra, a prezzo del loro futuro.
Quando da pochi giorni chi scrive ha spento sessanta candeline sulla torta del compleanno è fatale indulgere alla nostalgia.
Lo sparuto presidio dell’isola pedonale di qualche giorno fa richiama alla memoria altri tempi ed altre mobilitazioni.
Copio e incollo dal sito Foggiacomunicazione:

13/4/2002  DON RIBOLDI INVITA AD ESSERE OPERATORI DI PACE
Don Riboldi ha chiuso la settimana per la pace (Palazzo Dogana, ambasciata di pace) voluta dall’Assessore Gianni Di Lauro e dall’amministrazione provinciale di Foggia. Sempre di più Palazzo Dogana diventa punto d’incontro di cultura e di culture. Luogo dove si cerca di costruire la nuova coscienza del popolo di Capitanata con l’occhio e aperto e attento a chi è divenuto, sia pure venendo da lontano cittadino di Capitanata. La ripresa integrale della manifestazione spettacolo.


12/4/2002  UNA GIORNATA PRO PALESTINA
La giornata dedicata al tema della Palestina nell'ambito delle manifestazioni di Palazzo Dogana, Ambasciata di pace. Dopo la proiezione di un interessante documentario realizzato da Tele più grigio tempo fa, diverse testimonianze di persone.

12/4/2002  I ROM CANTANO E BALLANO PER L’ITALIA
Nell'ambito delle manifestazioni di Palazzo Dogana, Ambasciata di pace si è svolta, a Palazzo Dogana, a Foggia, una serata dedicata alla comunità ROM presente a Foggia. Diversi gli interventi rispetto alle nuove leggi sull’immigrazione e poi grande momento con canti e balli della comunità di origine Macedone. 

11/4/2002  IL SILENZIO DEI VIVI
Un grande e commovente intervento a Foggia di Elisa Springer, sopravvissuta all'orrore dei campi di sterminio nazisti ed autrice del libro 'Il silenzio dei vivi. All'ombra di Auschwitz un racconto di morte e di resurrezione' sul dramma dell'olocausto. Un libro che rappresenta la discesa in un passato triste che ha segnato la Springer nel profondo dell'anima. Un lavoro faticoso portato avanti per far conoscere al figlio Silvio una delle pagine della storia umana tra le più atroci...

10/4/2002  OTTAVIA PICCOLO PER LA PACE
A Foggia il 9 aprile, con diversi contributi dati dalle varie associazioni locali, tra cui un documentario sulla situazione delle popolazioni del Mato Grosso, è stata realizzata la seconda giornata della pace nell’ambito della Settimana della Pace organizzata dall’amministrazione provinciale di Foggia.

Tutto questo, soltanto dodici anni fa. Poi, il deserto. La comunicazione sincronica del tempo reale ha soverchiato quella diacronica dove trovano posto la memoria che esprime l’identità, i valori che aggregano e creano corpo sociale.
Bisognerebbe ricominciare da qui.
Non importa essere stati in pochi. Importa piuttosto interrogarci su chi siamo, chi vogliamo essere: reduci o protagonisti del futuro?

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...