sabato 10 maggio 2014

Una piccola bella grande notizia| Il Rosone al Salone del Libro di Torino

Ci sono piccole notizie, ma così belle che diventano grandi grandi. Come la partecipazione al Salone Internazionale del Libro di Torino (la più grande manifestazione culturale che si svolge in Italia) della casa editrice foggiana Edizioni del Rosone.
Fondata da Franco Marasca (di cui ho parlato in questa lettera meridiana qualche tempo fa), dopo la prematura scomparsa del giornalista editore troiano, la casa editrice viene portata avanti da sua moglie Falina e da sua figlia Marida, con una tenacia e una passione che non possono non suscitare una profonda e sincera ammirazione.
Chiunque si occupi di cultura sa bene quanto sia difficile pubblicare e vendere libri in provincia di Foggia. Occorrono dedizione, sacrificio e soprattutto coraggio. Falina ne ha da vendere, e risce a coniugarlo con un’ostinazione tutta troiana.
La sede della casa editrice, in via Zingarelli a Foggia, è diventata nel corso degli anni punto di riferimento e di ritrovo di un gruppo di intellettuali che è lievito di numerose iniziative non soltanto editoriali ma anche culturali e divulgative, con il solo fine - com’è scritto nella home page del sito delle Edizioni del Rosone - di “incitare alla cultura”.
“In ciò - vi si legge - si riassume il compito delle Edizioni del Rosone che debuttano con il volume Miti e credenze della Puglia antica del 1983 e che oggi vantano circa 60 collane che vanno dal teatro all’arte, alla poesia, alle esperienze didattiche, al romanzo, ai reprint, alla storia, alla filosofia e alla Pedagogia e alla Biblioteca Giovane. Risaltano evidenti dai titoli e dalla veste grafica il senso della misura, la disponibilità al confronto, la religione e i valori del territorio, il radicamento alla propria terra e l’impegno per la sua promozione culturale, l’apertura al mondo dei giovani, alla scuola e ai progetti che puntano sulla crescita e la formazione delle nuove generazioni.”
La partecipazione della casa editrice alla Fiera Internazionale del Libro di Torino non si è limitata alla sola presenza nello stand allestito dalla Regione Puglia (nel padiglione 2, ai numeri L138-M137) ma ha proposto incontri con gli autori.

Questo pomeriggio, lo spazio pugliese del Salone ha proposto un incontro con tre autori delle Edizioni del Rosone, per la presentazione di altrettanti libri: Antonio De Vito autore de Il sovversivo col farfallino. Destinazione Ponza; Francesco Giuliani autore de Il canone dei francobolli. Gli scrittori italiani nella filatelia; Luca Maria Pernice autore di LEONTE XI La Puglia in Libano. La missione UNIFIL dei militari della Brigata Pinerolo.
Che bello...

2 commenti :

Francesco Giuliani ha detto...

Grazie per la notizia e per l'apprezzamento. Noi autori e l'editrice abbiamo fatto un viaggio niente male per goderci un bagno di libri e di cultura... tra l'altro, in un mondo di politicanti e furbetti che si fanno rimborsare ogni cosa, pur essendo già lautamente pagati, noi siamo andati a nostre spese...La moralità della cultura può partire anche dal basso...
Francesco Giuliani

Anonimo ha detto...

Onori e meriti a chi fa della "Cultura" uno strumento di comunicazione di massa.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...