venerdì 6 dicembre 2013

Manfredonia, Cerignola e la guerra nelle fotografie di Albert Chanche

Non smette di stupire, di regalare tesori, emozioni, suggestioni la collezione di fotografie scattate in provincia di Foggia da Albert Chance, soldato dell’esercito statunitense nella seconda guerra mondiale, durante l’occupazione militare degli alleati. La preziosa raccolta è custodita nell'archivio digitale del Gettysburg College, una istituzione scolastica della Pennsylvania.
Abbiamo raccontato, in due precedenti post, gli scatti realizzati da Chanche a Foggia e a Lucera, che con ogni probabilità furono le città in cui egli trascorse la maggior parte del tempo in cui fu di stanza nel Tavoliere.
Nella collezione si trovano però immagini che si riferiscono anche ad altre località della Capitanata e, in particolare, Manfredonia e Cerignola. L’impressione è che Chanche vi sia andato più per diporto che non per una missione specificamente militare. Le drammatiche immagini della città sventrata dai bombardamenti che abbiamo visto a Foggia o quelle dell’attività bellica realizzate a Lucera, lasciano il posto ad immagini più distese, quasi turistiche.

La sequenza che riguarda Manfredonia è composta da dieci foto, ed è stata realizzata nell’estate del 1944, in due distinte giornate, il 23 luglio e il 4 agosto. Una foto documenta che il fotografo era andato al lido di Manfredonia con i suoi commilitoni a fare il bagno, anzi, più precisamente, come si legge nella didascalia “un pic nic sulla spiaggia”. Come abbiamo già visto nei post precedenti, Chance è particolarmente attratto dalla vita quotidiana e dalle attività lavorative. Sono davvero molto belle due immagini di pesca: una ritrae un pescatore che manovra la sua barca, l'altra una vela nel golfo sipontino.
Altre immagini sono dedicate al lido che pare essere più quello di Siponto che non il lungomare manfredoniano.
Le quattro fotografie del 4 agosto sono invece scattate nel centro storico. Vi si trova una rarissima immagine del comando militare alleato (anche Manfredonia fu occupata) nei pressi del campanile del  Duomo, quindi fotografie del centro storico, del castello e del fossato e infine della piazza con la fontana.
Sono fotografie d’epoca, che non si può non guardare con una certa emozione e commozione.
Quattro invece le fotografie che Chanche scattò a Cerignola, tutte l’11 luglio 1944. Due sono dedicate al duomo, un’altra a quelle scene di vita quotidiana che tanto piacciono al soldato fotografo americano: ritrae un gruppo di ragazzi davanti a una fontana.

La foto di maggior pregio, dal punto di vista documentale è quelle che mostra il ponte demolito dall’esercito tedesco, in ritirata, per ostacolare l’avanzata degli Inglesi, che a settembre del 1943, terminate le incursioni aeree conquistarono Foggia.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...