lunedì 27 novembre 2017

Qualità della vita: Foggia risale, Bari sprofonda

È la BAT la provincia pugliese in cui si vive meglio, secondo i dati della classifica annuale sulla qualità della vita, curata dal dipartimento di statistiche economiche dell’Università La Sapienza di Roma per conto del quotidiano economico-finanziario ItaliaOggi, con il supporto di Cattolica Assicurazioni.
La provincia che ha come capoluoghi Barletta, Andria e Trani si è piazzata al 74° posto della graduatoria, davanti a Benevento, Genova e Torino. La BAT ha sorpassato Brindisi, che nella indagine dello scorso anno capeggiava la classifica pugliese. In quella di quest'anno si è classificata al 78° posto, perdendo quattro posizioni, mentre la BAT è stata protagonista di un autentico balzo in avanti, guadagnando ben otto posizioni.
Taranto è al terzo posto della classifica regionale  e all’84° di quella nazionale, con una performance positiva rispetto all’anno scorso: ha guadagnato sei posizioni che le consentono di collocarsi, assieme alla  BAT e a Brindisi nella terza fascia in cui la qualità della vita viene giudicata “scarsa” dai curatori dell’indagine.
Le altre tre province pugliesi sono invece finite nell’area blu, la peggiore, che l’indagine definisce “insufficiente”. All’86° posto Lecce, che tuttavia guadagna tre posizioni, all’89° Foggia che migliora sensibilmente rispetto allo scorso anno (era al 95° posto e dunque risale di sei posizioni). Ultima Bari che precipita al 96° posto: un autentico crollo quello del capoluogo regionale, che in un anno ha perduto ben 15 posizioni. Bari è, tra l'altro, la sola provincia pugliese a far registrare un peggioramento rispetto allo scorso anno.
Per dare un’idea più precisa del “gap” che divide le province pugliesi rispetto al resto dell’Italia è utile dare uno sguardo al punteggio sintetico totalizzato dai diversi territori.

La classifica viene compilata attribuendo il punteggio massimo (1.000) alla prima provincia, che nella graduatoria 2107 è risultata essere Bolzano. L’ultima provincia, Trapani, è quotata invece zero. Le ultime province delle diverse aree in cui è ripartita la classifica hanno conseguito i seguenti punteggi: Como 692 punti (23° posto, ultimo dell’area gialla che designa una qualità della vita “buona”); Rieti, 477 punti (56° posto, ultimo dell’area rossa, qualità della vita “accettabile”); Taranto, 262 punti (84° posto, qualità della vita scarsa).
Vediamo adesso i punteggi ottenuti dalle province pugliesi: BAT, 330; Brindisi, 304; Taranto, 262; Lecce, 247; Foggia, 235; Bari, 175.
Espressi in termini percentuali, queste cifre stanno a dire che nella BAT la qualità della vita è un solo terzo rispetto a quella di Bolzano, ma anche che a Bari la qualità della vita è la metà di quella della contigua BAT.
Torneremo nei prossimi giorni sulla graduatoria di ItaliaOggi, per approfondire i diversi parametri.
Non mancate di seguirci.
[La foto che illustra il post, dotata di licenza Creative Commons, è di fs999 ed è intitolata Grass & Clouds]

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...