mercoledì 14 dicembre 2016

Cinemadessai | Fingersi uomo, per esistere e per vincere

OGGI
Rai1 manda in onda stasera alle 21.25, Scusate se esisto, tenera commedia non priva di uno sfondo sociale, realizzata nel 2014 da Riccardo Milani, con uno stuolo di sceneggiatori che comprendeva oltre all’autore, Giulia Calenda, Paola Cortellesi e Furio Andreotti, mentre alla stesura del soggetto ha collaborato, con il team di sceneggiatori, Ivan Cotroneo.
Una scrittura collettiva il cui esito è una storia intrigante, ben narrata, che ha il pregio di mantenersi sempre nei binari di una intelligente commedia, senza mai scadere nel sentimentalismo.
Serena Bruno (una Paola Cortellesi in forma smagliante) è un architetto di talento che sceglie di tornare in Italia non potendone più del clima grigio e piovoso di Londra. Rientrata nel Bel Paese dovrà fare i conti con il maschilismo imperante, e sarà costretta a fingersi l’assistente (maschio)  del suo capo, per presentare un suo progetto ad un concorso di idee.
Nel frattempo conoscerà Francesco (Raoul Bova), affascinante titolare di un ristorante, con tendenza omosessuali, e tra loro nascerà una profonda amicizia.
La brava Paola Cortellesi, a suo agio nei panni di una ragazza un tantino goffa che strizza l’occhio a Bridget Jones, ebbe la nomination come miglior attrice protagonista ai David di Donatello e al Nastro d’Argento.
Il film ha conquistato il Premio Dedalo Minosse Cinema come miglior film.
DOMANI
“Una seduta spiritica, ecco cos’è J. Edgar, ennesimo capolavoro dell’autunno eastwoodiano”, così FilmTv definisce, attribuendogli un voto d’eccellenza, il film biografico dedicato da Clint Eastwood a  J. Edgar Hoover, mitico direttore dell’FBI, che per mezzo secolo diresse l’agenzia investigativa federale statunitense.

Il pregio maggiore dell’opera di Eastwood è di riuscire saldamente ad agganciare la dimensione pubblica del protagonista (interpretato da uno straordinario Leonardo Di Caprio) con quella privata, mettendone a nudo le contraddizioni.
Implacabile e tenace nella sua lotta al crimine e nella sua capacità organizzativa, Hoover si trovò a gestire un immenso potere, tanto da fare paura agli stessi presidenti americani. La sua storia è in fondo quella dell’America, e Clint Eastwood riesce a raccontare l’una e l’altra, e i loro profondi intrecci, in maniera davvero stupefacente.
Alla sua uscita, il film divise i critici, ma il successo al botteghino fu tale da ripagare ampiamente la produzione dei notevoli investimenti.
Cast di grande livello: Di Caprio è affiancato da Naomi Watts, Josh Lucas, Lea Thompson, Ed Westwick, Armie Hammer.
Domani sera, su Iris, alle 21.00.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...