martedì 8 novembre 2016

Cinemadessai | Mud, capolavoro del cinema indipendente americano

Un film non facile, ma bellissimo, Mud, che Rai Movie manda in onda stasera alle 21.20 (e in replica domani alle 14.15). Storie diverse che si intrecciano tra mistero, suspence, buona musica e il fascino del Missisippi, che incantò anche Mark Twain.
La pellicola è scritta e diretta da  Jeff Nichols, genio del cinema indipendente americano, esploso al Sundance film festival 2011 con Take Shelter, secondo lungometraggio, mentre il primo, Shotgun Stories, si era imposto a Berlino.
Le storie che si intrecciano, su un’isoletta in mezzo al fiume, sono quelle di due adolescenti (memorabile l'interpretazione del giovane Tye Sheridan) e Mud (Matthew McConaughey), fuggitivo e ricercato dalla polizia e dai cacciatori di taglie, alla disperata ricerca della sua donna. I due ragazzi fanno un patto per aiutarlo a scappare e riunirsi con il suo vero amore. Straordinaria la colonna sonora, firmata da David Wingo.
"Le riprese sul Mississippi - ha scritto FilmTv - hanno permesso al regista Jeff Nichols di sentire la vitalità del fiume, la stessa forza che ha ispirato la maggior parte dei romanzi di Mark Twain. Il fiume influenza profondamente l'opera e ne diviene il centro tematico e visivo. Mentre le opere precedenti di Nichols possono definirsi tranquille, quasi immobili e costruite a immagine dei loro personaggi, in Mud storia e protagonisti hanno lo stesso andamento del fiume. Più di un personaggio affronta una fase di cambiamento e la telecamera ne segue da vicino il percorso a cui va incontro. Un percorso, che al pari del corso del Mississippi, procede ora placido ora tumultuoso.

Ecco il trailer.
DOMANI
Il documentario musicale rappresenta quasi un genere nel genere, che produce a volte cose veramente interessanti. Rai 5 manda in onda domani sera due autentiche gemme di questo tipo. Si comincia alle 21.25 con L’anima di un uomo firmato nientemeno che da Wim Wenders, e prodotto niente meno che da Martin Scorsese. Il film fu il primo della serie di sette documentari,  con cui Scorsese celebrò il bluesWenders racconta, tra fiction e documentario, le vite e le vicende artistiche di Skip James, Blind Willie Johnson e J.B. Lenoir.
L’anima di un uomo è il titolo di un canzone di Blind Willie Johnson che venne ritenuta dalla Nasa una testimonianza del genere umano, e portata a bordo del Voyager nella sua avventura spaziale.
Suggestivo il ricorso al bianco e nero sgranato e ad una voce fuori campo che interpreta Blind Willie Johnson. “Una finzione mascherata - annota FilmTv - che rende ancora più verosimile il consueto discorso di Wenders: le immagini possono essere ideale archivio della memoria e custodia del rimosso.”
A seguire, alle ore 23.05, Fedele alla Linea, il documentario di Germano Maccione su Giovanni Lindo Ferretti, leader del gruppo punk italiano CCCP ritratto e raccontato nella sua fattoria nel cuore dell’Appennino. Una storia intensa, coinvolgente, riuscita.
[Cinemadessai è una nuova rubrica di Lettere Meridiane: consigli quotidiani per godere al meglio della programmazione cinematografica in tv. Le Lettere Meridiane dedicate a Cinema per sempre non vengono distribuite sul consueto circuito di gruppi Facebook ma soltanto sul blog, sulla pagina Facebook di Lettere Meridiane, sulla Pagina del Festival del Cinema Indipendente di Foggia, sul diario facebook dell’autore, Geppe Inserra, e sul gruppo Amici e Lettori di Lettere Meridiane. Per non perderne neanche una, diventate fans delle pagine e iscrivetevi ai gruppo, cliccando sui relativi collegamenti.]

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...